April 21, 2018
  • facebook
  • twitter
  • youtube
  • instagram

Le 25 Migliori Serie TV dell’anno 2017

  • da Luca Brindani
  • 29 dicembre 2017
  • Comments Off

Black Sails Stagione 4

Black Sails

Si conclude quest’anno una delle serie tv che più negli anni ha saputo evolversi e ha mostrato come si possono portare dei personaggi da un punto A ad un punto B, e mettendo nel mezzo tante peripezie che però non risultano un procrastinare quanto un valore aggiunto ad una storia che vedremo nel futuro e che già conosciamo ossia quella dell’Isola del Tesoro. Questa serie tv ci ha donato personaggi indimenticabili come il Capitano Flint, Jack Rackham, Long John Silver e ad alcuni dona un film sofferente ma coerente con l’intera narrazione che alla luce di tutte, potrebbe anche essere una bella bugia arricchita da un narratore che non sapevamo ci fosse, Jack Rackham.

Per saperne di più vi rimandiamo alla nostra recensione: [Recensione] Black Sails Stagione 4 – Dove finisce l’avventura e inizia la Leggenda


Legion Stagione 1

legion

Debutta quest’anno la prima serie Marvel/Fox sui Mutanti, Legion, prodotta, sceneggiata e in parte diretta da Noah Hawley(Fargo), che ci regala un dramma fantascientifico più che supereroistico, sulla pazzia, sulla famiglia e anche sull’identità personale. Dan Stevens interpreta David Haller e lo fa convincendoci già dai primi minuti del pilot pieno di avvenimenti e caratterizzato da una cura precisa degli ambienti e delle inquadrature, dando sempre di più l’idea di fittizio.

Per saperne di più vi rimandiamo alla nostra recensione: [Recensione] Legion Stagione 1 – Quando la televisione gioca con i Mutanti e con la Mente


Fargo Stagione 3

Fargo

Quest’anno torna anche Fargo di Noah Hawley, con una stagione che trascende la bellezza, se non fosse che la prima stagione di Fargo, si è cristallizzata nelle nostre memorie come il miglior prodotto televisivo degli ultimi 10 anni riusciremmo bene ad inquadrare una terza stagione che forse le è anche superiore perché è la somma di tutto quello che gli autori hanno fatto in 3 anni, raccontando delle storie che nel bene e nel male come punto in comune, avevano la cittadina e un mondo impazzito costellato da violenza che veniva rappresentata con un occhio così esterno alla vicenda da sembrarti surreale e fredda. Inoltre la terza stagione ci ha regalato una doppia interpretazione da parte di Ewan McGregor convincente e che coincide con la visione di un certo tipo di criminale che abbiamo visto in queste tre iterazioni della serie.

Per saperne di più vi rimandiamo alla nostra recensione: [Recensione] Fargo Stagione 3 – Il Male Moderno


American Vandal Stagione 1

Netflix ci propone un esperimento interessante quest’anno, realizzato da Tony Yacenda. La serie racconta di un ragazzo, Dylan Maxwell, il tipico buffone della classe che viene accusato ingiustamente di avere commesso un atto vandalico nel parcheggio della scuola. Con uno stile che scimmiotta le miniserie tv che seguono storie di crimini realmente accaduti, America Vandal si dimostra essere un prodotto incredibilmente valido dal punto di vista della gestione dei tempi comici e delle rivelazioni più serie che insieme fanno di questa serie una sagace parodia che punta il dito sulle storture e sulle meccaniche della vita studentesca Americana.


Marvel’s The Punisher Stagione 1

Da Marvel’s Daredevil con furore arriva Frank Castle che dopo le richieste dei fan riesce ad avere la sua serie tv, che non solo è il migliori prodotto Marvel/Netflix appunto dai tempi di Daredevil, ma è anche un’ottima serie tv, che mischia bene l’azione allo spionaggio e alla critica alla guerra e che riesce anche a mostrarci più lati di un Frank Castle che ancora si rifiuta di essere il Punitore, ma che presto imbraccerà tale ruolo capendo che ormai può fare solo quello. Sicuramente aiuta che la serie sia stata interamente curata da una sola persona, Steve Lightfoot, che ha capito il personaggio e gli ha costruito attorno un sotto mondo che non necessità di diavoli di hells kicthen, uomini fortissimi, pugni di ferro o donne molto potenti per funzionare. The Punisher mantiene in tutti i suoi 13 episodi una identità separata da queste serie e anche da The Defenders, risultando quello che i fan volendo e non solo, un Punitore che non le manda a dire ma guidato anche da una trama che funziona.

Per saperne di più vi rimandiamo alla nostra recensione: [Recensione] Marvel’s The Punisher Stagione 1 – Welcome Back Frank


Taboo Stagione 1

taboo

Co produzione di FX e BBC, ideata da Steven Knight(creatore di Peaky Blinders), con protagonista Tom Hardy, Taboo è una serie tv storica ambientata nel 1814 e che vede James Keziah Delaney tornare a Londra dopo aver trascorso dieci anni in Africa tra gli indigeni. Prendendo in mano le redini dell’azienda del padre, ma presto scoprirà che non tutto è come sembra e che c’è un mistero che riguarda la sua famiglia e una cospirazione in atto. James con pochissimi alleati dovrà scoprire cosa sta accadendo prima che sia troppo tardi. Il cast di questa serie contiene un sacco di nomi importanti come Jonathan Pryce, Michael Kelly, Mark Gatiss. Ma la serie non risulta un ottimo prodotto solo per il cast ma anche per una cura negli ambienti, nei costumi e nella messa in scena che dimostrano ancora quanto la televisione stia raggiungendo livelli altissimi.

Per saperne di più vi rimandiamo alla nostra recensione: [Recensione] Taboo Stagione 1 – La serie TV di Tom Hardy

Pagine: 1 2 3 4 5
Precedente «
Successiva »

Podcast