Dopo esserci occupati del listone con tutte le serie tv più lunghe che potete trovare sui servizi di streaming, ci concentriamo su alcune delle migliori produzioni che potete vedere su ognuno di essi, cominciando da Netflix.

Nell’articolo, troverete serie che non abbiamo citato in quello delle serie tv più lunghe, e nemmeno titoli già noti o novità di cui abbiamo ampiamente parlato in altri luoghi, come Stranger Things, Marvel’s Daredevil, Orange is The New Black, The Witcher o Locke & Key. Il principale obbiettivo di questa lista è quello di farvi scoprire prodotti, meno conosciuti rispetto ai più noti, che meritano di essere visti presenti su Netflix e che, per un motivo o per l’altro, sono scappati alla maggior parte degli abbonati.

Non si tratterà solamente di serie originali ma anche titoli che sono stati prodotti e trasmessi da altri emittenti e che Netflix distribuisce o ne detiene i diritti di streaming on demand. Iniziamo!


Altered Carbon

NetflixLa serie è ispirata alla saga letteraria di Bay City creata da Richard K. Morgan e con protagonista il guerriero Takeshi Kovacs. Ambientata nell’anno 2384, a Bay City (Ex San Francisco), in un futuro in cui gli esseri umani sono riusciti a sconfiggere la morte, trasferendo tutti i loro ricordi nella “pila”, un apparecchio inserito nel collo che può essere impiantato in vari corpi, chiamati “custodie”. Takeshi Kovacs è uno “Spedi” (Anvoy in originale), un guerriero intergalattico che, dopo aver affrontato una vita di militanza nel Protettorato Intergalattico, si unisce ad un gruppo di ribelli per la re-istituzionalizzazione della vera morte. 250 Anni dopo la cattura, Takeshi viene risvegliato e inserito in un nuovo corpo (il corpo è di Joel Kinnaman) da Laurens Bancroft (James Purefoy), un importante magnate che gli affida un caso importante, ossia quello del suo omicidio. Kovacs accetta per poter riguadagnare così la sua libertà e una vita in un futuro che non gli appartiene. La serie esplora temi molto cari alla fantascienza con le sue ambientazioni tipicamente ispirate a Blade Runner di Ridley Scott e al “Ghost in the Machine” di Ghost in The Shell. La serie non vuole essere, o risultare, per palati fini, anzi molte soluzioni nettamente dirompenti a livello visivo servono proprio allo scopo di piacere al grande pubblico, che in questa serie potrebbe trovare uno dei suoi show preferiti, proprio per il suo essere atipico e per il suo scorrere decisamente bene fino alla fine. Altamente consigliata sopratutto perché è stata appena rilasciata la seconda stagione con protagonista Anthony Mackie ed un film animato, Altered Carbon: Resleeved, sempre su Netflix.

Per approfondire ecco la nostra recensione: Altered Carbon Stagione 1 – L’anima non ha la data di scadenza 

American Crime Story

Serie antologica creata da Ryan Murphy e Brad Falchuk, in cui ogni stagione segue un diverso evento reale e criminoso. La prima stagione seguiva Il Caso OJ Simpson, mentre la seconda L’Omicidio di Gianni Versace. Se The People vs OJ Simpson aveva stupito per la crudezza e il dettaglio con cui erano stati raccontati i fatti prima, dopo e durante le indagini su OJ, la seconda, sempre nelle mani dei due showrunner, Scott Alexander e Larry Karaszewski, ideatori della serie insieme a  Murphy e Falchuk,  combina su più piani temporali il disturbo di Andrew Cunanan (Darren Criss). La stagione è narrata stavolta non più dal punto di vista di personaggi estranei o intervenuti in un secondo momento nella faccenda ma da parte di Cunanan stesso, che così riesce a giocare molto con un caso all’apparenza semplice. Gli sceneggiatori scavano nel profondo nell’animo dell’assassino e delle sue motivazioni, mettendo a nudo l’essere umano e non solamente l’atto criminale. Il risultato finale è una rappresentazione barocca di Los Angeles e del mondo della moda e di tutto quello che gravitava intorno alla figura di Gianni Versace.

Better Call Saul

Spin off di Breaking Bad, Better Call Saul, segue Jimmy McGill (Bob Odenkirk) mentre è alle prese con la sua ammissione all’albo degli avvocati e si trova a dover far da tutore al fratello maggiore, caduto in una condizione psicologica davvero pericolosa per se stesso e la società. Attraverso le quattro stagioni, cinque se contiamo quella che sta andando in onda ora, seguiamo l’evoluzione di Jimmy verso l’identità di Saul Goodman e conosciamo le vite di alcuni protagonisti di Breaking Bad, prima di entrare in contatto con Walter White, tra cui Mike (Jonathan Banks), Gus Fring e non solo. Vince Gilligan e Peter Gould con questa serie dimostrano di non aver perso per nulla la capacità di creare qualcosa di divertente ed al contempo drammatico, con una narrazione più lenta e incentrata sui personaggi così come le prime stagioni di Breaking Bad, vero fiore all’occhiello della serie. Questo spin off supera la serie madre, grazie alla completa libertà data ai due sceneggiatori, qui molto più in controllo che su BrBa.

Per approfondire, ecco la nostra recensione: Better Call Saul Stagione 4 – La Caduta nell’amoralità è completa

Bodyguard

NetflixDopo il suo successo in Game of Thrones, Richard Madden torna in una miniserie Inglese tesissima: Bodyguard, miniserie tv in 6 episodi che vede l’attore nel ruolo di David Budd, incaricato dal suo capo di essere la guarda del corpo del Ministro dell’interno, Julia Montague (Keeley Hawes), che ha una politica non gradita a tutti, tra cui Budd. La serie creata da Jed Mercurio (Strike Back, Line of Duty), è un altro centro per l’autore che riesce in sole 6 puntate a creare un dramma action con dei personaggi veri che si fanno sentire vicino lo spettatore ma che riescono comunque ad essere eccezionali per conto proprio, dando un senso di pathos alle vicende. Bodyguard è un action thriller che vi farà dubitare di tutto e di tutti, questo ve lo promettiamo.

Broadchurch

Andata in onda dal 2013 al 2017, Broadchurch segue la storie di Alec Hardy (David Tennant), neo ispettore e Ellie Miller (Olivia Colman), che si ritrovano a dover gestire il caso della scomparsa e successiva morte di Danny Latimer. Durante le indagini i due scopriranno gli altarini del paese e non solo. Nessuno verrà risparmiato. Le tre stagioni che compongono la serie portano a conclusione tutte le storie e sotto storie iniziate nella prima stagione e quindi se cercate davvero una serie thriller da vedere tutta d’un fiato.

Lascia un commento