Dove sei fratello Mio?

Uno dei film meno noti del fratelli Coen, che vede protagonisti George Clooney, John Turturro e Tim Blake Nelson. I tre attori principali interpretano un trio di detenuti evasi dal carcere che stanno attraversando il gli Stati Uniti alla ricerca della refurtiva di un vecchio colpo. Ma il trio non avrà vita facile dato che un misterioso uomo delle legge gli dà caccia. Nel loro viaggio gli uomini incontreranno tantissimi variopinti personaggi che gli racconteranno la loro storia e che a loro volta sono basate su leggende e racconti orali di fine epoca del far west.

Fino all’osso

Fino all’osso è stato il primo film a raccontare una storia per protagonista diretta l’anoressia, una malattia al tempo poco considerata che colpisce indistintamente sia donne che uomini. Nel film seguiamo Ellen, giovane ragazza che ormai ha provato di tutto per combattere l’anoressia così come ultimo tentativo decide di entrare in un centro di aiuto. Presto la donna dovrà combattere sia contro sé stessa sia con i metodi non convenzionali del medico che sembrano non funzionare.

Gli Spietati

Uno dei film più noti ed apprezzati di Clint Eastwood che qui è sia protagonista che regista e anche sceneggiatore. Nella pellicola seguiamo William Munny, ex pistolero ritirato a vita privata. L’uomo è stanco di quella vita, non gli si addice più, ma quando il suo ex partner: Kid Schofield non può che decidere di accompagnarlo a concludere un contratto dopo una scoperta che potrebbe pregiudicare la vita del ragazzo. Il duo sarà seguito anche da Ned Logan, pistolero afroamericano con cui Munny non va d’accordo. Così l’improbabile trio alla ricerca di due “temibili e violenti” uomini, ma presto come il pubblico sa già, non tutto gli sembrerà corretto.

I Guerrieri della notte

Tratto da un romanzo di Sol Yurick, Walter Hill firma una pellicola che presto divenuta un cult. Nel Bronx, durante un raduno di tutte le bande di New York, il capo della più importante gang è assassinato dal fanatico capo dei Rogues, ma la colpa ricade sui Warriors, banda poco nota di Coney Island. Comincia la caccia. Senza il loro capo, ucciso per ritorsione, gli otto Warriors disarmati devono riattraversare la metropoli, braccati da altre quattro gang e dalla polizia che fa da arbitro, affrontando scontri, agguati, trabocchetti, duelli. La dinamica geometria della loro attraversata assomiglia a quella di una partita di baseball dove i treni della metropolitana sono le basi. Superbo frutto dell’iperrealismo, è un film fantastico che ha la tensione visionaria di un incubo da droga, la struttura narrativa di un film di guerra e le cadenze, l’artificiosità di un cartoon, l’eleganza grafica e la coreografia di un musical. Non c’è spargimento di sangue né visibili conseguenze fisiche anche negli scontri più violenti (e sullo schermo si vede soltanto un’uccisione) in questo film che fu il bersaglio di una durissima campagna contro la violenza al cinema, in seguito ad alcuni incidenti occorsi in alcune sale dove fu proiettato.

Il Castello Errante di Howl

Classico del cinema Giapponese, diretto da Hayao Miyazaki. Il film adattato dallo stesso Miyazaki è basato sull’omonimo romanzo. Nella pellicola seguiamo Sophie, una ragazza appassionata del suo lavoro di parrucchiera, un giorno per un caso incontra un avvenente ragazzo, che si rivela essere il mago Howl. La ragazza verrà poi stregata dalla Strega delle Lande Desolate, che da anni vuole essere vicino a Howl. La ragazza si troverà così imprigionata in un corpo da vecchia ed impossibilitata a rivelarlo.


Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento